15 utilissimi moduli per Drupal di cui non puoi fare a meno

Drupal è uno dei più famosi CMS presenti oggi in rete. Sicuramente non è il CMS più “semplice” e intuitivo in circolazione, ma sicuramente non ha nulla da invidiare a nessun altro concorrente oggi sul mercato.
La forza di Drupal è una comunità molto vasta ed una immensa libreria di moduli per ogni esigenza.
Possiamo trovare tantissimi moduli e risorse per Drupal al sito www.drupal.org oppure suwww.drupalmodules.com.

Oggi voglio presentare una serie di moduli a mio parere utilissimi per iniziare a sperimentare questo potentissimo CMS.

  • Views: Questo è un flessibile strumento per gli sviluppatori di siti Drupal per controllare come visualizzare un elenco di tipi contenuto che hanno delle relazioni tra di loro.
    Essenzialmente è un generatore di query intelligente che, date informazioni e relazioni adeguate, può costruire una vera è propria query per interrogare il DB nel modo che più si desidera. (Una dannazione all’inizio ma una manna dal cielo col passare del tempo…)
  • Content Construction Kit (CCK): Permette di creare e configurare tipi di contenuto personalizzati e strutturati. molto utile per andare oltre quelle che sono le configurazioni base offerte dal sistema di default. Davvero indispensabile.
  • Devel: indispensabile per sviluppatori e creatori di template, permette di impostare dei blocchi che forniscono informazioni che aiutano nel corso dello sviluppo.
  • Pathauto: genera in modo automatico URL SEF, senza bisogno di specificarli a mano; molto utile quando il numero di pagine presenti è elevato, consentendo un risparmio di tempo notevole. Estremamente flessibile e configurabile (consiglio di installarlo insieme a Token)
  • CKeditor: editor visuale per sostituire i campi di inserimento del contenuto forniti di default. Indispensabile per inserire particolari tipi di contenuto. Agevola soprattutto gli utenti più “inesperti”.
  • IMCE: utilissimo file browser per l’upload e la gestione delle immagini all’interno del sito tramite editor WYSIWYG. Consigliato con CKeditor.
  • Custom Breadcrumbs: Creare breadcrumbs personalizzati (Ma io consiglio l’ausilio di Pathauto+Token+Menu Trails)
  • Menu trail: Aggiunge alcune funzionalità al sistema di menù nativo di Drupal. Permette di mantenere attiva la voce padre della pagina figlio visualizzata e implementa la creazione dei breadcrumbs per i nodi, ricreando in percorso della pagina.
  • Webform: ottimo strumento per creare form personalizzati. Interessante anche il sistema di archiviazione delle informazioni acquisite dagli utenti che compilano i form.
  • Content Access: consente di impostare diversi permessi in base ai ruoli utente
  • XML Sitemap: crea la mappa xml del sito. Assolutamente flessibile e customizzabile in base a voci di tassonomia e tipi di contenuto.
  • 404 Blocks: In un’installazione standard di Drupal, quando gli utenti finiscono su una pagina inesistente, viene presentata una pagina 404. Il problema è che questa pagina è sprovvista della navigazione e di tutti i blocchi: l’utente facilmente si perde e non ha un modo facile per andare sulle sezioni del sito che invece esistono. Questo moduletto risolve la situazione: basta attivarlo e tornano tutti i blocchi e la navigazione.
  • Poormanscron: questo un modulo permette di eseguire operazioni di cron richieste da Drupal quando il programma di cron non è disponibile; molto utile quando il sito è ospitato da un hosting che non permette il controllo delle operazioni cron.

Per quanto riguarda il Backend, che nativamente in drupal non è eccezionale, consiglio:

  • Admin: ottima soluzione per avere a portata di mano il menu di amministrazione del sito.
  • Rubik: a mio parere un’ottima templare di amministrazione-back end. In alternativa RootCandy.
Advertisements